Cade la giunta di Pavia

Cari amici

Ieri mattina 22 consiglieri comunali (19 di opposizione e 3 di maggioranza) si sono dimessi. Per legge, quando la metà più uno dei consiglieri si dimette, il consiglio comunale non viene più considerato in grado di svolgere le proprie funzioni. Tradotto nella realtà di queste ore significa che Piera Capitelli, i suoi assessori e tutti i consiglieri chiudono qui il loro mandato. In queste ore verrà nominato un commissario fino alle elezioni del 6 e 7 giugno.

La giunta cade in seguito alla decisone del vicesindaco e di tre consiglieri della sua “area” di mandare a casa il sindaco. Questo dopo che il sindaco aveva esposto la volontà di non rinominare l’ex vice sindaco al Policlinico San Matteo di Pavia.

Non sono problemi politici ad aver indotto l’ex vicesindaco a far cadere la giunta ma problemi di “nomine”. Probabilmente in altro schieramento ha trovato insieme ai consiglieri che lo hanno seguito le risposte “politche” che cercava. L’uscita dal PD dell’ex vice sindaco e dei tre consiglieri che lo hanno seguito porta ad un chiarimento utile e salutare per il partito democratico. DEVO DIRE CHE SIAMO UN POCO STUFI DI POLITICI CHE VIVONO DI POSTI E NON DI IDEE……
Meglio perdere che avere nel PD CAPIBASTONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Segnalo che questa decisone impedisce l’approvazione del bilancio a cui lo stesso ex vicesindaco aveva lavorato e l’approvazione del piano industriale di ASM con danno enorme per la città di Pavia.

Si apre adesso la sfida con la destra nelle elezioni del 6-7 giugno.

Siamo pronti ad affrontare questa sfida, consci delle difficoltà ma ottimisti sulla possibilità di vincere.

Siamo anche consci della necessità di dare forti segnali di discontinuità per poter avere la possibilità di riconquistare il comune di Pavia.

ponte_coperto_pavia1

Annunci

7 Risposte to “Cade la giunta di Pavia”

  1. Pietro Says:

    Non si pensi, come ho già sentito voci, di aver consegnato la città al centro destra. NON E’ COSì! Ma si deve fare una grande anali della situazione, non solo politica ma partendo dalla “voce” cittadina. Parlate con le persone!
    Nessuna pietà con chi ha tradito, con quelli che usano la politica per veicolare meglio i proprio interessi. E tutti sanno chi sono. Come si vince a giugno? Facendo come ha fatto il comune di Massa l’anno scorso. Ha fatto una lista con la parte “sana” dei partiti dei sinistra, senza maneggioni e con una figura di garanzia “morale” come candidato sindaco. La lista partiva 20 punti sotto l’altra lista con i nomi grossi, i politici cittadini di una vita, sempre di centrosinistra, che sulla carta dovevano stravincere. Bè, hanno perso, seppur al ballottaggio, ma hanno perso.
    Coinvolgete i giovani in questo progetto, risorsa importante per la città e persone a cui far abbracciare un progetto politico per portare entusiasmo allo stesso. Basta mettere da parte le loro richieste per non creare qualche crepa di consensi qui e là. Coinvolgeteli nello stilare il programma elettorale, portare un centro sinistra UNITO in una lista senza maneggioni o mafiosi, ma persone morali che hanno voglia di rendere migliore la nostra città che non è stata ereditata dai nostri genitori ma, RICORDIAMOCI, è in prestito dai nostri figli. Quei figli da coinvolgere piu che mai per un progetto che ora può sembrare difficile, ma che se sarà fatto seriamente sono sicuro potrà giocarsi le sue carte fino alla fine della campagna elettorale. Che riparta dal locale, da Pavia, la grossa rincorsa di consenso del PD.
    Avanti Amici, Avanti Compagni non c’è solo da riconquistare una poltrona, c’è da riconquistare tutti i pavesi

    Pietro, un cittadino “qualsiasi” che ci crede!

  2. Mauro Vanetti Says:

    Ma vi siete accorti solo ieri che a Pavia tra i capoccia del PD e i suoi alleati ci sono solo persone a cui interessano nomine, cariche, poltrone ecc.? Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso.

  3. Graziano Malaguti Says:

    A questo punto non è solo un male di Napoli o di Pescara c’è qualcosa nei motivi fondanti del PD che non ha funzionato e prima ce ne renderemo conto meglio è. La cura è una sola, ascoltare i cittadini (si diceva nel vecchio PCI) e trovare risposte al di sopra degli interessi particolari. Ce la possiamo fare. Le soluzioni per il nord non possono essere le stesse per il sud. Noi DS dobbiamo credere nel ricambio, senza mandare allo sbaraglio i giovani, ci vuole un vero patto tra generazioni e dobbiamo dare maggiore spazio ai giovani, se no scopierà un nuovo ’68. Resto molto critico con i rapporti con la chiesa, i nostri cottolici sono troppo timorosi di un clero, prevalentemente di destra. Come fa l’elettorato a percepirci diversi dalla destra, se rincorriamo la destra clericale? In questi peccati originali del PD, ovvero sclelte non chiare, si sono infiltrati i politici d’affari (loro), da tutte le parti Margherita e DS.

  4. Anonimo Says:

    Mi domano perché preoccuparci delle elezioni comunali di Pavia. Abito a Pavia da quasi 30 anni e ho cercato di seguirne la vita politica nel corso del tempo. Pavia non conta nulla. A Roma decideranno quale sarà il candidato Sindaco di Pavia. Non certo qui a Pavia. La Capitelli fu calata dall’alto. Imposta a Pavia e da noi pecoroni dell’allora DS pavese votata e aiutata a essere eletta. Con la precedente giunta Albergati che sicuramente aveva operato meglio (luci e ombre come tutte le amministrazioni ovviamente) non aveva nulla a che fare. Si poteva presentare come candidato l’allora vicesindaco Gatti (se ben ricordo) o qualche altro esponente dei DS per dare continuità all’esperienza Albergati. Da Roma però decisero diversamente e a Pavia si obbedì ligi alla disciplina di partito. Ora abbiamo capito chi era la Capitelli e quindi a giugno si fronteggeranno il candidato della destra e quello del PD. Se siamo fortunati a Roma i vertici PD decideranno per un candidato presentabile e decente altrimenti pazienza. La mia triste vera speranza è che il PdL non presenti uno xenofobo leghista o un revisionista postfascista ma una persona di destra ragionevole perché sarà lui (o lei) il futuro Sindaco di Pavia. Cari compagni ricordiamoci che gli errori si pagano….
    PS Scusate per avervi chiamato compagni….cercherò di non farlo mai più 🙂

  5. Fiorella Macor Says:

    Brutto momento per andare alle elezioni! Incrocio le dita e , da Trieste, spero che almeno a Pavia la gente abbia capito chi ha votato e chi ci comanda! in bocca al Lupo!

  6. Stefano Scommesse Sportive Says:

    Solo una piccola nota di chi ha studiato a Pavia, città bellissima! Non lasciare che la politica ti rovini

  7. gius Says:

    Carissimi,
    ho studiato a Pavia ed ho vissuto nella citta` per dieci anni. Dalla mia esperienza ho capito che a Pavia non tira aria migliore rispetto alle altre citta` italiane inquinate dalla politica. Il sindaco Albergati era un mio conoscente. Era qualche anno piu` in la` rispetto a me all`Universita`. Anche se non condividevo le idee politiche, l`ho votato contrariamente ai mie ideali perche` avevo riconosciuto in lui una persona capace di fare, di cambiare. La mia esperienza in citta` pero` nasconde delle ombre. in primis ho vissuto l`esperienza leghista dove persone di dubbia reputazione giocavano due vite e poi il Policlinico che anche se centro di attrazione alla fine risultava corrotto e dissoluto con baronaggio e vassallaggio tipico di ogni ente pubblico. Al policlinico ho conosciuto dottori di fama internazionale ma corrotti politucoli in termini nazionali. Considero Pavia come la mia “madre” in tutti i sensi. La` ho trovato persone degne di stima e rispetto. E` una vergogna che la citta` stia cadendo cosi` in basso. Alle idee velenose di ogni corrente politica propongo di arrotolarsi le maniche e cominciare a darsi da fare. Cio` che restera` nel mio ricordo per sempre e` Pavia, gentile citta`. Ciao a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: