Sproporzione insensata

La guerra di Gaza dura da troppo tempo. Nessuno mette in discussione la necessità dello stato di Israele di difendersi dal lancio di missili che non è azione militare, ma terrorismo volta a colpire alla cieca civili inermi.

La reazione dello stato di Israele è però sporporzionata da tutti i punti di vista.

Oggi la condanna della presidenza della Ue, che chiede a Israele di “prevenire il ripetersi di attacchi a obiettivi civili e umanitari, cosa inaccettabile”.

Il bilancio dei morti palestinesi provocati dall’operazione “Piombo fuso” ha superato le 1060 vittime in meno di tre settimane. Fra queste, 322 sono bambini.

Il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, in visita in Israele, si è detto “indignato” e ha definito “insopportabile” il numero di morti provocati dall’offensiva su Gaza. Il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha ammesso che l’attacco all’Unrwa è stato “un grave errore”. In seguito al bombardamento, l’Onu ha sospeso le operazioni a Gaza e anche l’Ong americana Care International è stata costretta a sospendere la distribuzione di aiuti umanitari.

Non si capisce come in Italia venga censurato ogni intervento anche equilibrato a favore dei palestinesi. Non mi risulta abolita la libertà di parola!

La posizione del Vaticano: violati i diritti umani!

La posizione di Gordon Brown, premier inglese: attacco alla sede ONU ingiustificabile!

pace

Annunci

Tag: ,

Una Risposta to “Sproporzione insensata”

  1. leonella Says:

    …l’unica alernativa per fare sì che tra i palestinesi non ci sia un consenso popolare per chi lancia missili su Israele consiste nel dare una vita dignitosa all’interno di Gaza…quando non hai lavoro,quando una madre è disperata perchè non sa come potrà dare da mangiare ai propri figli, quando non puoi circolare perchè te lo impediscono, perchè non c’è carburante, quando non ci sono medicinali per i tuoi cari….quando non esiste futuro ( è sufficiente osservare i volti delle persone nei filmati degli ultimi giorni)…..la storia ci ha insegnato che integrazione e qualità della vita dignitosa per tutti sono le uniche possibilità e non la guerra!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: